Di seguito evidenzio i passaggi fondamentali che mi hanno portato a definire Anima, come elemento astrologico, nel modo descritto immediatamente sotto. In questo secondo pezzo (https://www.astrologiajunghiana.it/astrologia-junghiana/interpretazione-anima-nel-tema-natale-parte-ii/) ho inserito un esempio concreto di ricerca e interpretazione di Anima in un tema natale.

ANIMA NEL TEMA NATALE

Anima può essere rappresentata dall’interpretazione dei seguenti elementi in ordine di priorità:

  1. Luna in un segno, casa e aspetti
  2. Venere in un segno, casa e aspetti
  3. Cuspide della IV Casa, suo governatore per segno e aspetti, pianeti presenti nella Casa
  4. Mercurio in un segno, casa e aspetti

Anima, inoltre, a seconda degli elementi zodiacali predominanti nella sua interpretazione: acqua, aria, terra, fuoco e assimilabile a quattro figure femminili: Sofia (Aria), Maria (Acqua), Elena di Troia (Terra), Eva (Fuoco).

I sentimenti di un uomo sono per così dire sentimenti di una donna, e come tali appaiono nei sogni. Io ho designato questa figura con il termine «Anima», perché essa è la personificazione delle funzioni inferiori che mettono l’uomo in relazione con l’inconscio collettivo.” CW, XVIII, par. 187 [Opere, XV, p. 100]

L’Anima si pone come fondamento dell’Io e di conseguenza della Coscienza poiché entrambi i complessi dipendono l’uno dall’altro anche se l’Io ha una certa priorità rispetto al secondo. Attraverso Anima fluiscono gli altri Archetipi e la loro rappresentazione che giungono all’Io, sono quindi preformati sempre da Anima, ricevono il suo imprinting. L’Io è rappresentato dall’Ascendente, dal suo governatore, dai pianeti presenti in I casa e dai suoi aspetti, mentre l’Ombra é in relazione con la VII e i medesimi elementi citati corrispondenti a questa domificazione. Mentre l’Io rappresenta la funzione psicologica superiore, l’Ombra rappresenta quella inferiore.

La domanda diventa la seguente: in quale modo le forme archetipiche dell’inconscio collettivo giungono all’Io per poi diventare coscienti? Attraverso la posizione della Luna, di Venere, di Mercurio, del governatore della IV casa, dei pianeti domificati in essa e i relativi aspetti.

Uno dei motivi per il quale associo anche alla IV Casa l’archetipo di Anima appare evidente dalla seguente citazione: “La personalità interiore è il modo in cui una persona si comporta rispetto ai propri processi psichici interni; è l’atteggiamento interiore, la faccia caratteristica rivolta verso l’inconscio. L’atteggiamento esteriore, la faccia rivolta verso l’esterno, io lo designo con il termine Persona; l’atteggiamento interiore, la faccia rivolta verso l’interno, con il termine Anima.CW, VI, par. 803 [Opere, VI, pp. 419-20]

Analogamente l’archetipo della Persona è rappresentato, dalla X Casa zodiacale, ancor di più Anima deve essere rappresentata anche dalla IV casa.

Più il soggetto s’identifica durante la sua vita o in determinati periodi nella Persona, quindi verso l’esteriorità, in direzione della coscienza collettiva, dell’essere riconosciuto dalla società o per dirla con Heidegger verso lo spirito del tempo, più forte sarà il dominio dell’Anima che cercherà di invadere l’Io con le sue rappresentazioni. (hillman, anima 27). Fra Persona e Anima esiste una relazione compensatoria, più si vive in modo forte la Persona, quindi l’apparire sociale diventa dominante, più numerose appariranno all’interno della personalità immagini di figure spirituali e immortali.

Come la Persona è l’immagine di sé che il soggetto presenta al mondo, e che dal mondo viene vista, così l’Anima è l’immagine del soggetto nella sua relazione con l’inconscio collettivo … Si potrebbe anche dire: l’Anima è la faccia del soggetto così come viene vista dall’inconscio collettivo. … Se l’Io adotta il punto di vista dell’Anima, l’adattamento alla realtà è gravemente compromesso.” Quindi l’Io pur utilizzando il filtro di Anima per formare le lenti attraverso cui conoscere il mondo, non deve identificarsi in essa.

Ciò di cui la Persona è carente e che quindi è complementare lo troviamo in Anima , nell’atteggiamento interiore che si fa forma per la nascita dell’Io che viene partorito attraverso la tensione fra Anima e Persona.

 

Anima e Animus possiedono la radice comune della parola greca anemos, vento. Il sinonimo della stessa parola è pneuma, spirito. Respirare, fresco, mantice, invece sono in relazione con la parola Psiche, da ciò si evince che Anima è vicina al significato di aria in movimento il che ci conduce a Mercurio.

Inoltre ad Anima interessa il passato mentre ad Animus il presente e il futuro, sono i modi diversi di vivere la temporalità. Anima e Animus sono una delle coppie archetipiche opposte, ma tre le più importanti. Come avviene per Anima e Persona, che sono opposti, dunque è ipotizzabile che Animus, sia rappresentato per una parte di significati dalla X casa, dal pianeta governatore e da quelli presenti nella casa medesima, assieme al Sole.

 

Allora se il FC è associabile nell’interpretazione ad Anima e il MC alla Persona e Animus, nasce naturale l’idea che in qualche modo Animus e Persona siano più vicini di quanto sembri, ciò che differisce astrologicamente è l’assenza del Sole come pianeta di riferimento della Persona. Nel caso in cui si avesse un MC in Leone avremmo invece una maggiore ma sempre parziale corrispondenza. La corrispondenza è parziale perché seppure il pilastro principale per definire la Persona sia il MC, vi sono anche altri elementi zodiacali che concorrono alla sua formazione, come vedremo in seguito.

 

L’identità personale è portata da Anima e filtrata poi dall’Io. Hillman ricorda che: “  È implicito anche […]  che il senso di identità personale non viene dato dall’Io, bensì è dato all’Io dall’Anima.”

Inoltre aggiunge: “Secondo Jung, è l’Anima a fornire il nesso tra l’uomo e il mondo e tra l’uomo e la propria soggettività interiore. Anzi, l’Anima è la personificazione di quella interiorità e soggettività, del senso stesso della personalità: «l’uomo trae la sua personalità di uomo … la sua coscienza di sé come personalità … in primo luogo dall’influenza di archetipi a carattere personale» (CW, V , par. 388 [Opere, V , p. 254]). Ma, come abbiamo visto nel capitolo V, «Anima e psiche», è in particolare l’archetipo dell’Anima che rende possibile l’esperienza intesa come esperienza personale”. J. Hillman

Emerge un dato importante ai fini astrologici, la frase “archetipi a carattere personale” che sono i cinque pianeti personali: Sole, Luna, Mercurio, Venere, Marte, nella definizione di Anima ne abbiamo utilizzati due: Luna e Mercurio, ma nella dinamica di un tema natale potrebbero entrare in relazione anche gli altri con la nostra definizione di Anima, come abbiamo letto in precedenza.

 

“Anima crea ricettacoli in ogni luogo, in qualunque luogo, per il fatto stesso di entrarvi dentro. Lo strumento con cui fa questo è la fantasia. I fenomeni prendono vita e diventano portatori di anima attraverso le nostre fantasie immaginose su di essi. Quando non abbiamo fantasie sul mondo, il mondo è oggettivo, morto; […]. La fantasia non è semplicemente un processo interiore che avviene nella mia testa: è un modo di essere nel mondo e di restituire al mondo l’anima.” J. Hillman

L’immagine che ciascuno di noi ha del mondo è dunque una fantasticheria che si basa sulla nostra Anima, all’esterno possiamo ritrovare Anima.  Proprio l’immaginazione è la facoltà che ci permette di entrare in relazione diversa con il consultante, possiamo fargli immaginare posti diversi, situazioni diversi attraverso i più disparati strumenti: racconti mitologici, tarocchi, attività da svolgere a casa. Ogni attività del consultante è un modo per ritrovare la propria Anima.

 

Anima come Luna, passiva, fredda, proliferante, assorta, ripiegata su di sé, descrive nel linguaggio alchemico la riflessione. L’archetipo corrispondente all’istinto di riflessione sarebbe dunque l’Anima.” In questa citazione troviamo un chiaro riferimento alla Luna che è in relazione con Anima e che conduce alla riflessione. Tramite il ritrarsi, il riflettere abbiamo modo di conoscere la nostra interiorità ma di conseguenza il mondo che abbiamo visto essere una rilettura di Anima stessa, diventiamo coscienti. La coscienza si pone, successivamente all’Io, attraverso l’atto di riflessione. Detto in termini astrologici l’Ascendente (Io) si forma attraverso la relazione con i pianeti e le case associate ad Anima, la coscienza è il passo successivo alla formazione dell’Io che fa rientrare le immagini prese dall’esterno, dal mondo verso l’interno e attraverso la riflessione diventano coscienti. La coscienza, in ultima istanza, si basa su un’azione lunare. Ovviamente è sbagliato affermare che la Luna è la coscienza, ma è certamente un elemento importante che partecipa alla sua formazione e nell’analisi astrologica va considerata.  Nella parola “riflessione”, noi astrologi, dobbiamo analogamente inserire l’archetipo di Venere, anch’esso è uno dei fondamenti della coscienza, anche se l’attrice principale resta Anima.

«la riflessione è un atto spirituale che va in direzione opposta a quella del processo naturale; l’atto per cui ci fermiamo, richiamiamo alla mente una cosa, ci formiamo un’immagine, e ci poniamo in relazione e veniamo a patti con ciò che abbiamo veduto. Essa va dunque intesa come atto del diventare coscienti» C. G. Jung

In conclusione Anima è il fondamento del nostro esistere, ecco perché è fondamentale rintracciarla in modo corretto nel tema natale.

Se facciamo slittare ciò che poniamo come fondamento della coscienza dall’Io all’archetipo dell’Anima, dall’«io» all’anima, allora la «relativizzazione dell’Io», opus e meta della fantasia dell’individuazione, diventa possibile fin dall’inizio. Allora ci renderemmo subito conto (a priori e per definizione) che l’Io e tutte le sue fantasie di sviluppo non sono mai stati, neppure inizialmente, il fondamento della coscienza, perché coscienza si riferisce a un processo che ha a che vedere più con le immagini che con la volontà, più con la riflessione che con l’attività ordinatrice, con lo sguardo riflessivo che penetra dentro la «realtà oggettiva» più che con la manipolazione della stessa. Non assimileremmo più la coscienza a una delle sue fasi, al periodo evolutivo della giovinezza con la sua mitologia di eroi in perenne ricerca di cimenti. E nel cominciare a educare la coscienza già nella giovinezza, dare nutrimento ad Anima ci apparirebbe un fine altrettanto importante del rafforzamento dell’Io.” J. Hillman

 

Se desideri prenotare una consulenza con me leggi prima del mio modo di condurre la consulenza, le recensioni per capire se posso esserti utile.

LE RECENSIONI DEI CLIENTI

Molto interessante la visione/interpretazione astrologica. Molti spunti di riflessione offerti, che ti fanno vedere il T.N. in una sorta di narrazione in un continuum che collega attraverso la mitologia e gli archetipi i vari aspetti della vita.
Un buon metodo che fa riflettere ed indagare!
Grazie Paolo

Esperienza affascinante

Consiglierei a tutti di scoprirsi anche in questo modo.
Paolo riesce a raccontarti in maniera profonda e per niente banale. Sfruttando la sua grande conoscenza dei miti e delle leggende e la sua grande empatia, estrapola le storie che ti stanno appartenendo.
Permettendoti di vederti da un'altra ottica
A me ha aiutaro tanto questa chiacchierata, ma ancora di più risentirla.
Mi ha donato tanti rimandi e spunti di riflessione utili per la mia crescita personale.

by Michelina on Consulenza astrologica
Tema natale

La consulenza con Paolo, è stata interessante e veramente utile.
Il suo modo di interpretare il tema natale è unica ed affascinante. E' stato in grado di trasportarmi in un viaggio incantato, attraverso miti e racconti, dove tutti i personaggi sembrava parlassero del mio mio vissuto. Ho acquisito consapevolezza di alcuni aspetti della mia vita emozionale, passata e presente, con qualche spunto per il futuro. Ringrazio Paolo per la professionalità e passione che riesce a trasmettere attraverso i miti, grazie per avermi ascoltato e guidato in questa bellissima esperienza.

Molto interessante

Il consulto è stato molto interessante.
Senza conoscermi ha saputo descrivere attraverso i racconti dei punti importanti se non centrali della mia esistenza alcuni caratteriali altri di dinamiche di vita.
La cosa più bella è che ti porta a una riflessione a una sorta di conapevolezza che può portare a un evoluzione interiore positiva sul lungo periodo.
Gentile, paziente, disponibile.
Grazie

by Tina B. 82 on Consulenza astrologica
esperto traghettatore

Un affresco che si compone attraverso diversi racconti: la raffigurazione del sé che muta nel tempo, ma ritrova i suoi elementi fondanti nei vari miti che caratterizzano il proprio cielo.
Paolo - come un esperto traghettatore - attraversa questo mondo di stelle e di sogni che rappresentano il nostro Io più profondo.
Una esperienza che lascia un senso di stupore nel sentirsi raccontati - e profondamente compresi - e una nuova luce ad illuminare il proprio modo di essere e di sentire.
L'originalità di questo approccio - che fonde mitologia e interpretazione - imprime una traccia profonda in ciò che siamo, rendendoci protagonisti più consapevoli della nostra realtà.

Page 1 of 13:
«
 
 
1
2
3
 
»
 

 

Per sapere cosa ne pensasse Carl Gustav Jung dell’Astrologia t’invito a leggere: l’intervista

Per conoscere il punto di vista di James Hillman puoi approfondire: Astrologia e Carattere oppure leggere gli articoli nella sezione James Hillman

Su questa pagina puoi conoscere il pensiero di M. L. von Franz sulla sincronicità

Per contatti, richiesta di consulenza astrologica e avere maggiori informazioni su di me visitata la pagina: Chi sono  o compila il form sottostante

Per poter procedere devi accettare il flag relativo alla privacy.
I dettagli rispetto al trattamento dei dati sono su "Privacy"

 

6 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here