E’ stato pubblicato su Amazon il mio libro: Astrologia e Mito – Il Segno dell’Ariete e Marte che è il primo di una collana di dodici. E’ un lavoro poderoso ma che ho in testa da almeno vent’anni. Il “caso” ha voluto che il libro sull’Ariete e Marte è stato pubblicato proprio con l’anello di sosta del pianeta rosso nel Segno dell’Ariete.

Sono molto grato alla alla Dott.ssa Federica Carubbi, Psicoterapeuta Analitico Archetipica per la Prefazione al mio lavoro e al Prof. Venicio Perilli, Psicoterapeuta analitico archetipico, Direttore e fondatore della Scuola di Psicoterapia ad indirizzo Analitico Archetipico Atanor (L’Aquila) per la Postfazione.

Per acquistarlo è sufficiente andare su Amazon: https://www.amazon.it/dp/1655737635

Astrologia e Mito - Il Segno dell'Ariete e Marte

Astrologia e Mito - Il Segno dell'Ariete e MarteAstrologia e Mito - Il Segno dell'Ariete e Marte

Di seguito alcuni estratti della Prefazione, Introduzione e Postfazione.

Prefazione:

In una delle sue più brillanti opere James Hillman inizia la riflessione su I Rudimenti[1], ossia sugli elementi basilari e sulle modalità essenziali e fondamentali che consentono di situare e restituire gli immaginari psicologici ad una cornice alchemica, con un’esposizione poetica e magistrale sul fuoco. Sembra quasi voler invitare a riconoscere che è necessario iniziare con il fuoco e, al tempo stesso, iniziare dal fuoco che da sempre è stato considerato l’elemento motore, il principio energetico per eccellenza che anima e trasforma, l’agente dinamico di relazione naturale tra microcosmo e macrocosmo che genera continue, costanti ed incandescenti trasformazioni ed evoluzioni.”

[1] J. Hillman, 2010, I Rudimenti in Psicologia Alchemica, Adelphi, Milano, 2013.”

Introduzione:

Nel presente lavoro ho voluto raccontare alcuni miti inerenti al Segno dell’Ariete e Marte, suo governatore. Ho usato il nome Ares quando ho esposto le sue avventure e Marte quando ho riportato delle considerazioni astrologiche. Non è un manuale quello che vi accingete a leggere, ma la raccolta di elementi mitologici che girano attorno ai due argomenti considerati. Troverete in alcuni passaggi delle considerazioni astrologiche, come se parlassi e riflettessi al tempo stesso, ad alta voce, con un amico.

Non posso fornire in questo libro un’associazione interpretativa diretta fra mito da raccontare e posizione o aspetto del pianeta, come accade di solito nei manuali: Marte in Toro significa che: in amore sei… nel lavoro blah blah, ecc. perché non è questo lo scopo e non è neppure l’utilizzo valido della pratica immaginativa e poietica che sta dietro l’interpretazione mito-astrologica come descritto negli articoli di appendice.

L’archetipo ha sempre una doppia valenza, significati opposti; se vogliamo generalizzare, senza associare una specifica qualità all’affermazione, possiamo pensare al positivo e al negativo, al valore aritmetico dei simboli più e meno. Non possiamo sapere in un tema natale quale archetipo sarà costellato, quale immagine archetipica prenderà forma, quale realtà potrà apparire nella vita del soggetto, se prima non ci confrontiamo con lui, ci facciamo raccontare della sua vita.

 

Postfazione:

Scriveva Nilsson: ‘La storia deve essere riscritta a ogni generazione per essere
resa comprensibile alle persone di quella generazione’ (Nilsson, in Hillman, Il mito
dell’analisi, Adelphi, Milano 1979, p. 279).
È giunta l’ora per riscrivere, oltre alla storia, anche la psicologia dinamica. Le
modalità migliori le offre l’astrologia, che oltre ad esprimersi con il migliore e
primevo linguaggio mitico, applicato agli astri, offre la migliore amplificazione
tra le energie astrali (dei miti), che alla psicologia archetipica serve come
migliore lettura tra gli stati psichici.