Venere entra in Bilancia il 14 ottobre, possiamo rincorrere l’Adone, il bel ragazzo/a affascinante,  cercando magari di non farci uccidere da un cinghiale iroso, ovvero da un Marte che si è sentito tradito da Venere, perché la bella Dea si è innamorata dello splendido fanciullo. Marte, quando Venere torna in casa propria, si trova in Vergine, abbastanza nervoso, cerca di mettere ordine, senza rompere nulla, ma sappiamo benissimo che i modi di Marte non sono tra i più gentili, ancor più adirato si scaglierà sul povero Adone. Poi l’amore di Adone sarà condiviso da due figure femminile: Venere e Proserpina, quest’ultima divinità dell’Ade, forse il giovane si troverà meglio con la regina “oscura” vivendo storie da cinquanta sfumature di grigio, chi può dirlo, ma dovendo trascorrere sei mesi con Afrodite e sei mesi con l’altra, di certo non si annoierà. A decidera la “pena” di Adone, condiviso dalla divinità della bellezza e quella dei morti, è stato Giove che si trova nel regno di Proserpina, quindi immagino che il bel fanciullo sarà più atratto dall’oscurità.

A far compagnia a Venere, nel suo segno, ci sono il Sole – Apollo, e Mercurio – Hermes, si sente odore di pulito, diciamo così, le pulizie d’autunno, il cambio degli armadi e così via, ma credo che siano stati buttati via indumenti e oggetti, troppo in fretta, per colpa dell’opposizione di Urano, senza consultare la padrona di casa, Venere, appena tornata.

Da questa storiella, costruita mettendo assieme un po’ di racconti mitologici, potete provare a trarne riflessioni personali, sulla vostra vita, nella giornata in cui la dea della bellezza torna in casa propria e a seconda della casa in transita nel vostro tema natale, mentre si trova in Bilancia.

Amori condivisi, non buttar via troppe cose, non innervosirsi