L’Io immaginale è più discontinuo, ora è una cosa ora un’altra, è guidato tanto dal presente sincronico quanto dal passato causale, avanza lungo un percorso uroborico, che è una circolazione della luce e dell’oscurità” James Hillmann, Il mito dell’Analisi

L’Io in astrologia è rappresentato dall’Ascendente il punto in cui i pianeti sorgono e inizia la luce, ma se andiamo verso il basso, seguendo la numerazione naturale delle case finiamo nell’oscurità nell’altro emisfero rispetto al cielo in cui siamo nati, attraversiamo l’oscurità. La lettura del tema natale segue questo movimento dalla nascita, il venire alla luce, s’immerge nelle profondità, la II Casa – le risorse personali, il valore, i confini fra me e mia madre, confini che iniziano a formarsi – la III Casa – iniziare a comprendere che possiamo comunicare verso l’esterno, ma non abbiamo chiaro se qualcuno davvero ci ascolti – e così via andando avanti nel percorso delle Case. L’Io ha bisogno di fare tutte le esperienze, non solo un’esperienza e si adatta alla realtà.

Il suo adattamento è innanzitutto alla «realtà psichica» (Jung), al «mondo immaginale» (Corbin). Come la volontà e la ragione concepivano l’adattamento alla stregua di un controllo e una comprensione della realtà, così l’adattamento dell’Io immaginale avviene come immaginazione della realtà. La sua coscienza riguarda innanzitutto le sue fantasie, la sua «psicopatologia» e ciò che oggi viene chiamato, dalla ragione e dalla volontà, vita psichica «inconscia».” James Hillmann, Il mito dell’Analisi

La realtà inventata, potremmo dire, di P. Watzlawick, siamo i costruttori della nostra realtà. Ma l’Io non deve essere rigido è concepito come volontà e ragione poiché “ha poco spazio per le fantasie, oltre quello della rimozione al di là della soglia.” deve

essere modellato sulla  sulla circolarità (che è il moto dell’anima, come disse Plotino), sarà meno estraniato dalla propria alterità fantastica. Per opera di questo modello circolare, l’Io immaginale è spinto a essere fedele a se stesso” James Hillmann, Il mito dell’Analisi

In questo movimento circolare riconosciamo la ruota zodiacale, il tema natale con i Pianeti, i Segni, le Case. L’Ascendente, l’Io, attraversa ogni settore della nostra vita concreta e psichica grazie alla forma impressa dalle cuspidi delle Case in ciascun Segno, ai pianeti presenti e ai suoi governatori. Quali rapporti ha il governatore dell’Ascendente, i Pianeti presenti in I Casa con i governatori delle altre Case, con i pianeti nelle altre Case? In che modo l’Io attraversa tutte le Case?