“[Animus] È una figura archetipica che diventa particolarmente attiva quando per motivi di poco conto la coscienza rifiuta di seguire i sentimenti e gl’istinti suggeriti dall’inconscio: al posto dell’amore e della dedizione subentrano mascolinità, indole litigiosa, caparbia autoaffermazione e il demone dell’oріnіone in tutte le forme possibili (potenza in luogo di amore). L’Animus non è un uomo reale, ma un eroe infantile un po’ isterico nel quale attraverso i difetti della corazza traspare il desiderio d’esser amato.” C. G. Jung, SImboli della trasformazione

Ricordiamo che per Jung Anima rappresenta l’archetipo del femminile e Animus l’archetipo del maschile.

Se l’Anima si può individuare in un tema natale dalla posizione per case, segno e aspetti di Luna, Mercurio, Venere, IV Casa e il suo governatore, Animus possiamo cercare di collocarlo attraverso le posizioni di Sole, Mercurio, Marte, X Casa e il suo governatore. Notiamo che la X Casa, la Persona, il ruolo che vorremmo avere influisce sulle possibili manifestazioni dell’Animus. Non seguire i sentimenti della Luna, di Venere conduce verso l’opposto, come ricorda Jung: “subentrano mascolinità, indole litigiosa, caparbia autoaffermazione e il demone dell’oріnіone in tutte le forme possibili (potenza in luogo di amore).

Animus, così come Anima, si relazionano con l’inconscio collettivo, la “sede” degli archetipi che poi prenderanno forma in rappresentazioni e immagini nella nostra vita psichica e ontica, fisica.

Quegli elementi che ritroveremo nel nostro vivere strettamente in relazione con il femminile appartengono all’Anima, viceversa gli elementi maschili ad Animus. Cogliere le relazioni astrologiche fra i due archetipi e metterli in relazione con il reale può spalancare ipotesi interpretative e di racconti interessanti.

Nell’uomo l’archetipo che in qualche modo dovrebbe essere vissuto maggiormente, raggiunto è Anima, in quanto rappresentante del femminile; viceversa Animus nella donna. Le case, dobbiamo ricordare, sono la rappresentazione dei nostri bisogni, sono il contatto con la nostra vita reale. L’Asse IV – X, in quanto rappresentazione delle dicotomia fra esterno ed interno, realizzazione pubblica e privata, diviene importante per comprendere quale possa essere il primo settore della vita in cui viviamo questi archetipi. Tutti gli archetipi si costellano sempre attraverso la luce della coscienza, dell’Io, dell’Ascendente, il bisogno di far luce sulle cose affinché possano essere elaborate.

Se analizzimo il tema natale di Vladimir Luxuria noto personaggio pubblico italiano che si definisce transgender: “Luxuria si definisce transgender, cioè la sua identità di genere non corrisponde al sesso di nascita. Non si è mai sottoposta a intervento chirurgico di vaginoplastica, concedendosi, però, un’operazione di elettrocoagulazione per inibire la crescita della barba e in seguito, nell’aprile del 2007, una rinoplastica e una mastoplastica, dichiarando: «Si tratta di un adeguamento di genere. Adeguo la mia esteriorità alla mia interiorità» vien voglia di guardare i due archetipi: Anima e Animus nel suo tema.

Proviamoci!

Animus nel tema natale

Mercurio in Cancro in XI Casa, congiunto a Venere. L’XI Casa è in Cancro dobbiamo tenere presente anche la posizione della Luna in Ariete in VIII Casa e Marte governatore che si trova in Vergine in I Casa, l’Io la coscienza.

Il Sole in Cancro, il cui governatore è la Luna, si trova in X casa nello stesso Segno: come Vladimir vorrebbe essere visto dal mondo. Governatrice del Sole è sempre la Luna in Ariete in VIII Casa che forma un sestile con lui e una quadratura con Venere, entrambe importantissime perché sembrano ricondurre la Luna nel proprio domicilio. Governatore dell’VIII è Marte.

Marte si trova in Vergine, forma un sestile con Mercurio, governatore del segno che lo ospita e del MC, ancora una volta la Persona junghiana. Forma, inoltre, una quadratura con il Sole, un immagine maschile che potrebbe essere immaginata debole. Nella debolezza possiamo leggere sia l’esasperazione del maschile, in modo forte, così come la remissività, dipende dall’insieme del tema e dalla vita del soggetto.Marte forma un sestile con Venere, ancora il maschile che è messo in relazione con Anima.

La X casa è in Gemelli e vede Giove congiunto al MC, Giove governa la IV Casa, è un componente dell’archetipo di Anima, che desdera esprimersi all’esterno.

Notiamo come in Animus si trovino molti principi femminili: Luna, Venere che indirettamente “contaminano”  l’Animus.

Anima nel tema natale

La Luna è in Ariete in VIII, un forte Segno maschile, abbiamo visto gli aspetti che forma con Mercurio e Venere, componenti di Anima e come siano importanti. Possiamo rileggere la parte relativa a Marte nel testo in alto in cui si parla di Animus. Fra questi pianeti e segni c’è una convergenza importante che accomuna i due archetipi alla luce di un femminile evidente e un maschile in secondo piano all’esterno. Giove governa la IV Casa un algro elemento di Anima che si oppone alla Persona, X Casa, ma svetta prorpio in quel settore: la necessità di unire all’esterno Anima e Animus. Luxuria ha detto: “adeguo la mia interiorità – Anima – alla mia esteriorità – Animus/Persona

Venere è in Cancro, in un Segno femminile, forma un trigono con Nettuno: morbidezza, delicatezza, emozionalità, un trigono con Saturno in VII controllo delle emozioni, arginarle in modo morbido, un sestile con Plutone e Urano: originalità, ricerca di qualcosa di diverso. E’ un grande trigono d’Acqua che accentua ancora di più il lato femminile di Anima a cui resta solo la Luna come elemento maschile che si collega all’Animus.

Il Marte in I Casa può rappresentare il fatto che Luxuria non abbia mai voluto completare il passaggio da uomo a donna in senso fisico.

Si può dire molto altro su questo tema, ma l’intento era capire come l’astrologia possa essere messa in relazione con alcuni principi junghiani e la vita reale conosciuta di un soggetto.