Eugen Drewermann, nel suo libro “Psicologia del profondo e esegesi. Sogno, mito, fiaba, saga e leggenda. Vol. 1”, esplora il ruolo dell’astrologia, della mitologia e delle costellazioni all’interno delle credenze umane, utilizzando una prospettiva che intreccia la psicologia del profondo con l’ermeneutica biblica. Drewermann considera l’astrologia non solo come una pratica esoterica, ma come una componente significativa delle narrazioni religiose e mitologiche che hanno modellato la comprensione umana dell’universo.

L’Astrologia come Patrimonio dell’Umanità

Drewermann identifica l’astrologia come una delle antiche credenze che costituiscono un patrimonio comune dell’umanità. Egli sottolinea come le concezioni astrologiche e i relativi miti sulla formazione e l’ordinamento del cosmo siano presenti in diverse culture, evidenziando una sorprendente somiglianza tra le immagini del mondo degli Indios centroamericani e quelle delle antiche civiltà europee e asiatiche. Questo fenomeno, secondo l’autore, non è il risultato di influenze storico-culturali dimostrabili, ma piuttosto della presenza di modi archetipici di sentire, pensare e immaginare che attraversano tutte le forme religiose dell’umanità​​.

Archetipi e Astrologia

Per Drewermann, l’astrologia e i suoi simboli zodiacali riflettono archetipi profondamente radicati nella psiche umana. Questi archetipi emergono spontaneamente in diverse culture e epoche, rappresentando un linguaggio simbolico universale che trascende le specifiche tradizioni religiose e culturali. Egli sostiene che le immagini zodiacali, come le costellazioni, non sono semplicemente superstizioni o residui di un pensiero pre-scientifico, ma potenti simboli che parlano a un livello profondo della psiche umana.

L’Astrologia nella Psicologia del Profondo

Integrando la psicologia del profondo con l’astrologia, Drewermann propone una comprensione più ampia e complessa dei miti astrologici. Egli suggerisce che questi miti possano essere visti come manifestazioni simboliche delle dinamiche psicologiche interiori. Ad esempio, i segni zodiacali possono rappresentare vari aspetti dell’inconscio collettivo, offrendo una mappa simbolica delle esperienze umane fondamentali. Drewermann vede l’astrologia come uno strumento per esplorare e comprendere le profondità della psiche, piuttosto che come una pratica predittiva superficiale.

Le Costellazioni e i Segni Zodiacali

Nel suo lavoro, Drewermann esplora il significato delle costellazioni e dei segni zodiacali, vedendoli come rappresentazioni simboliche che riflettono la struttura archetipica dell’inconscio. Egli afferma che “l’importanza delle costellazioni e dei segni zodiacali corrisponde a un’antica credenza che è patrimonio dell’umanità”​​. Questo suggerisce che tali simboli non sono solo elementi culturali, ma piuttosto espressioni di una realtà psicologica universale che si manifesta attraverso diverse tradizioni e narrazioni mitologiche.

Mitologia come Espressione Archetipica

Secondo Drewermann, la mitologia rappresenta una delle forme più antiche e potenti di narrazione umana, capace di esprimere le profonde verità della psiche attraverso simboli e racconti archetipici. Egli afferma che i miti non sono semplici storie inventate, ma riflessi delle dinamiche interiori dell’animo umano. Questi miti emergono spontaneamente in diverse culture e contesti storici, manifestando strutture archetipiche comuni. Ad esempio, i miti sulla creazione, sull’eroe, sulla morte e sulla rinascita si ritrovano in molte tradizioni religiose e culturali, indicando la presenza di temi universali che parlano alla condizione umana.

Narrazione e Significato

Drewermann enfatizza il potere della narrazione come mezzo per comunicare e comprendere le verità psicologiche e spirituali. Le storie, siano esse mitologiche, fiabesche o religiose, offrono un modo per esplorare e dare senso alle esperienze umane fondamentali. Attraverso la narrazione, gli esseri umani possono esprimere e integrare le proprie emozioni, paure, speranze e desideri. Drewermann sottolinea che le narrazioni mitologiche e religiose non devono essere interpretate letteralmente, ma comprese simbolicamente, come rappresentazioni delle profonde verità psicologiche e spirituali.

Astrologia come Narrazione Mitologica

L’astrologia, secondo Drewermann, può essere vista come una forma di narrazione mitologica. I segni zodiacali e le costellazioni rappresentano simboli archetipici che riflettono le dinamiche interiori della psiche umana. Questi simboli astrologici sono utilizzati per raccontare storie sul carattere, sul destino e sulle esperienze umane. Drewermann afferma che l’importanza delle costellazioni e dei segni zodiacali corrisponde a un’antica credenza che è patrimonio dell’umanità​​. In questo modo, l’astrologia si intreccia con la mitologia, offrendo un linguaggio simbolico per esplorare le profondità dell’animo umano.

La Funzione Psichica della Mitologia e dell’Astrologia

Drewermann sostiene che sia la mitologia sia l’astrologia svolgono una funzione psichica importante. Esse forniscono strumenti simbolici per comprendere e integrare le esperienze interiori. Attraverso i miti e i simboli astrologici, gli individui possono esplorare le proprie dinamiche psicologiche, trovare significato nelle proprie esperienze e affrontare le sfide della vita. Drewermann vede in queste narrazioni simboliche una via per accedere alle profondità della psiche e per promuovere la guarigione e la crescita personale.

Interconnessione tra Mitologia, Narrazione e Astrologia

Per Drewermann, la relazione tra mitologia, narrazione e astrologia è intrinsecamente connessa alla struttura archetipica della psiche umana. Egli vede queste forme di espressione come manifestazioni di un linguaggio simbolico universale che trascende le specifiche tradizioni culturali e religiose. Le storie mitologiche, le narrazioni religiose e i simboli astrologici sono tutte espressioni delle stesse dinamiche psicologiche fondamentali, offrendo diverse vie per esplorare e comprendere la condizione umana.

Conclusioni

Volendo riassumere Eugen Drewermann, nel suo libro “Psicologia del profondo e esegesi. Sogno, mito, fiaba, saga e leggenda. Vol. 1”, ci offre una visione profondamente integrata della mitologia, della narrazione e dell’astrologia. Egli vede queste forme di espressione come interconnesse e come strumenti potenti per esplorare le profondità della psiche umana. Attraverso l’analisi dei miti e dei simboli astrologici, Drewermann ci invita a comprendere queste narrazioni non solo come storie antiche, ma come rappresentazioni simboliche delle dinamiche interiori che ci accompagnano ancora oggi. Questa prospettiva arricchisce la nostra comprensione della mitologia e dell’astrologia, rivelandone il potenziale terapeutico e trasformativo.

Inoltre, Drewermann propone una visione dell’astrologia che va oltre la semplice superstizione. Egli la vede come una componente fondamentale delle narrazioni religiose e mitologiche che riflettono gli archetipi universali della psiche umana. Attraverso l’integrazione della psicologia del profondo, Drewermann offre una comprensione più ricca e sfumata dell’astrologia, suggerendo che i suoi simboli possano servire come strumenti per esplorare le profondità dell’animo umano. Questa prospettiva invita a considerare l’astrologia non solo come una pratica esoterica, ma come una chiave per accedere a una comprensione più profonda della condizione umana.

Concludendo l’Autore ci offre una prospettiva innovativa che integra mitologia, narrazione e astrologia in un’unica visione coerente. Egli ci invita a vedere questi ambiti non come compartimenti stagni o pratiche obsolete, ma come linguaggi simbolici che ci permettono di esplorare e comprendere le nostre esperienze interiori. Questa integrazione di discipline arricchisce la nostra comprensione della condizione umana, rivelando il potenziale terapeutico e trasformativo delle narrazioni mitologiche e astrologiche. Attraverso questa lente, possiamo vedere l’astrologia e la mitologia non solo come strumenti di conoscenza esoterica, ma come mezzi per accedere a una comprensione più profonda e significativa della nostra psiche e del nostro posto nell’universo.