L’11 gennaio il Sole si congiunge a Plutone nel segno del Capricorno e Mercurio il 13 a Saturno, sempre nel medesimo segno.

PRENDIAMOCI CURA DI NOI, DELLA NOSTRA OMBRA E DELL’ALTRO

Apollo che va da Ade o Ade che va da Apollo? Mi piace pensare che possa essere Ade che si muova verso l’esterno, verso il cielo. Ade poche volte ha “camminato” sulla terra, preferiva restare a casa propria. Una di quelle volte in cui si è affacciato al mondo è stato per rapire Kore, la candida fanciulla, diventata poi Persefone, sua moglie. Ade esce all’esterno alla ricerca della purezza che vuole trasformare, avvicinare alla propria oscurità incosciente. Non è l’Ombra di Jung, diventerà tale quando Kore sposa Ade e assume il ruolo, il nome di Persefone, scopre la propria oscurità, il desiderio di cibo, nutrimento, possesso e ne fa la propria Ombra cosciente. Persefone possiamo pensare possa essere allo stesso tempo l’Ombra di Ade e viceversa. Ade è pronto a portare la luce di Apollo nella sua interiorità per conoscere se stesso, ma deve andare all’esterno. Il movimento esterno, interno. Guardarsi dentro è prima un guardare fuori quello che c’è e poi confrontarsi con il dentro per poterlo pietrificare, raffreddare, privare della vita attraverso il Capricorno e Saturno, razionalizzarlo. Apollo e Ade si trovano nelle terre del nonno e del padre, il segno che dà inizio all’inverno. Ciò che si porta sotto, le emozioni, la passione sono i semi protetti dal freddo del Capricorno e di Saturno pronti a germogliare in primavera. Non è un pietrificare negativo, dunque, ma un prendersi cura, proteggere in modo diverso.

RALLENTARE PER RIPARTIRE CON UN OBIETTIVO

Mercurio incontra Saturno, ma un pianeta in astrologia non è solo in relazione con il proprio nome e mito, ma con i valori che porta. Saturno, quindi, come “misura”, confine, può essere riletto in chiave mitologica di Atena che rappresenta questi valori.

Mercurio è rallentato da Saturno, da Atena è indotto alla riflessione, alla frenata a diminuire la velocità, ma a migliorare l’efficienza: poche informazioni, ma buone. Ade e Apollo parlano fraternamente grazie all’aiuto delle altre due divinità. Pianificano, costruiscono, si confrontano, scoprono le motivazioni profonde che li spingono all’azione, comprendono come utilizzarle.

Se desideri una consulenza astrologica personalizzata compila il form seguente, trovi i dettagli qui.

CONSULENZA ASTROLOGICA: LE RECENSIONI DEI CLIENTI

 by Katia on Astrologia junghiana

Consiglio a tutti gli amanti dell'Arte di Urania, e non solo a loro, questo bel seminario, che fa meglio comprendere ciò che Tomaso d'Aquino intendeva con "astra inclinant non necessitant". Una boccata di ossigeno rispetto ad una astrologia a volte ingessata, con un approccio maieutico alla persona, uno sguardo nuovo e libero per donne e uomini liberi sulla via del proprio destino. Grazie Paolo! E grazie ai compagni di viaggio di questo seminario.

 by Cinzia Zarra on Astrologia junghiana
Affascinante viaggio

Mi stupisce sempre come Paolo riesca a condurci con incredibile semplicità e immediatezza, nell'affascinante mondo dei simboli, delle analogie dell'Astrologia, attraverso la lettura del Mito e della psicologia Analitica ed Archetipica...
E noi lì, increduli che lo ascoltiamo pensando a quando saremo così brillanti e lungimiranti come lui...Grazie Paolo, bellissima esperienza...🥺🤓😁✨️💛🙏

 by Silvana Conti on Astrologia junghiana

OTTIMA SINTESI TRA PSICOLOGIA JUNGHIANA E ASTROLOGIA. PAOLO HA ESPRESSO CON CHIAREZZA CONCETTI PROFONDI MOLTO UTILE PER LA COMPRENSIONE DI SE'ALLA LUCE DI QUESTE DUE DISCIPLINE

 by Valentina on Astrologia junghiana

Argomenti interessanti descritti in modo chiaro e appassionato, Paolo è un ottimo docente e il corso è stata un'occasione per immergermi in in un mondo vastissimo da continuare a esplorare, che mi ha arricchito di nuovi spunti per me stessa ed il mio lavoro.

 by Ivan Angiolini on Astrologia junghiana
Bellissimo e utile

Partecipare a questo seminario mi ha dato il piacere di nuove conoscenze e gli strumenti pratici per metterle in pratica. Inoltre ha aperto nuove strade che ho voglia di approfondire. Bellissimo!

 by Elisabetta Severi on Astrologia junghiana
Astrologia e psicologia analitica e archetipica : applicazioni pratiche

Seminario veramente interessante apre a una comprensione nuova e profonda dell astrologia, con numerosi spunti di riflessione.

Page 1 of 20:
«
 
 
1
2
3
 
»
 

Per maggiori informazioni rispetto al mio approccio junghiano puoi leggere tutti gli articoli del sito e in particolare la sezione: Perché funziona

COME EFFETTUARE LA CONSULENZA ASTROLOGICA – COSA RICEVERAI

Per poter procedere con la consulenza ho bisogno della tua data di nascita, ora, città.

La consulenza astrologica si svolge via skype o telefono. Al termine di ogni incontro ti fornirò il file audio in formato .mp3 del nostro colloquio, che potrai riascoltare quando desideri.

    Per poter procedere devi accettare il flag relativo alla privacy.
    I dettagli rispetto al trattamento dei dati sono su "Privacy"

    NOTA: “L’oroscopo del giorno mitologico che troverete in queste pagine non è da intendere in senso classico, per i dodici segni zodiacali, non è redatto in questo modo, per scelta, ma si basa sugli aspetti esatti che si formano in cielo in un determinato giorno e che verranno “raccontati”.
    Sono riflessioni aperte a tutti i segni dello zodiaco che dovranno cercare, ciascuno in libertà, il significato nella propria vita, un nesso con i racconti descritti e con ciò che porta alla coscienza la loro lettura.
    Così come quando si legge un libro e proviamo emozioni, pensiamo al nostro vissuto, allo stesso modo dobbiamo tentare di leggere i racconti descritti, senza aspettattive, ma attendendono che qualcosa assuma senso per noi. Potrebbe anche non accadere nulla, non è un problema, è giusto così.
    Alla luce del concetto di sincronicità tutti gli aspetti che si formano e descritti nell’oroscopo del giorno dovrebbero trovare un senso nelle vicende umane, indipendentemente dal segno di appartenenza, ma è solo il lettore/consultante che è in grado comprendere e sapere quale sia quello più adatto a lui, quello che sente più vicino.