Un trauma non è ciò che è accaduto, ma il modo in cui vediamo ciò che è accaduto. Un trauma non è un evento patologico, ma un’immagine patologicizzata, un’immagine diventata “intollerabile”, come dice Lopez Pedraza.” James Hillman, Le storie che curano

Il modo in cui vediamo ciò che è accaduto dipende dalla coscienza, dall’Ascendente. Come vogliamo leggere la nostra vita nel mondo? Attraverso Mercurio, il logos, raccoglitore, come ricordava Horderlin, che porta le informazioni ai sensi e poi alla coscienza, che porta i nostri pensieri, comunque informazioni, ad essere illuminati dalla coscienza. Se l’Io è la coscienza sono in stretta relazione, come ricorda Jung, ed entrambi sono in rapporto con l’ascendente potrebbe essere che attraverso l’ascendente e le sue relazioni dialettiche con l’intero tema natale si possano rileggere, ri-raccontare i traumi.

“Forse la nostra età – riferendosi alla generazione attuale – non è andata in analisi per essere amata o per venire curata e neanche per il conosci te stesso. Forse ci andiamo per ricevere una storia clinica, il dono di trovare se stessi nel mito; nei miti dove gli Dei e gli uomini s’incontrano.” James Hillman, Le storie che curano

Parafrasando Hillman, dovremmo andare dall’astrologo per ricevere una nuova storia affinché si possa trovare se stessi nel mito. Non necessariamente deve essere una storia mitologica, a mio avviso, ma un’altra storia, altri strumenti che permettono di costruire un percorso di lettura di se stessi nel passato e nel presente, diversi.

“La terapia – io ci metto la parola Astrologia – è un modo di ridare vita all’immaginazione e di esercitarla”

Da sempre i bambini hanno ascoltato racconti, fiabe e immaginavano vite fantastiche. I supereroi Marvel e altri sono lo specchio che riflette la nostra necessità di un racconto diverso, di ritrovare nuovi dei in Thor, Hulk, Capitan America e così via. Ognuno di loro porta in sé un racconto forte, ma anche di uomini con le loro debolezze. Una lettura del tema natale attraverso le rappresentazioni archetipiche degli eroi dei fumetti, della TV aprirebbe la strada a una presa di coscienza diversa della storia del soggetto. Non è importante con cosa si attiva la fantasia del soggetto, ma che questo accada e permetta alla storia personale, al trauma di essere riletto. L’abaissement du niveau mental è il punto di partenza che permette all’archetipo di costellarsi, di avvicinarsi alla coscienza, di apparire come eroe vissuto, l’abbandono della razionalità e la perdita nell’immaginario sono la manifestazione necessaria dell’immaginale.

Anche senza astrologia l’importante è farsi sempre autori ed editor della propria vita.

LE RECENSIONI DEI CLIENTI

 by Katia on Astrologia junghiana

Consiglio a tutti gli amanti dell'Arte di Urania, e non solo a loro, questo bel seminario, che fa meglio comprendere ciò che Tomaso d'Aquino intendeva con "astra inclinant non necessitant". Una boccata di ossigeno rispetto ad una astrologia a volte ingessata, con un approccio maieutico alla persona, uno sguardo nuovo e libero per donne e uomini liberi sulla via del proprio destino. Grazie Paolo! E grazie ai compagni di viaggio di questo seminario.

 by Cinzia Zarra on Astrologia junghiana
Affascinante viaggio

Mi stupisce sempre come Paolo riesca a condurci con incredibile semplicità e immediatezza, nell'affascinante mondo dei simboli, delle analogie dell'Astrologia, attraverso la lettura del Mito e della psicologia Analitica ed Archetipica...
E noi lì, increduli che lo ascoltiamo pensando a quando saremo così brillanti e lungimiranti come lui...Grazie Paolo, bellissima esperienza...🥺🤓😁✨️💛🙏

 by Silvana Conti on Astrologia junghiana

OTTIMA SINTESI TRA PSICOLOGIA JUNGHIANA E ASTROLOGIA. PAOLO HA ESPRESSO CON CHIAREZZA CONCETTI PROFONDI MOLTO UTILE PER LA COMPRENSIONE DI SE'ALLA LUCE DI QUESTE DUE DISCIPLINE

 by Valentina on Astrologia junghiana

Argomenti interessanti descritti in modo chiaro e appassionato, Paolo è un ottimo docente e il corso è stata un'occasione per immergermi in in un mondo vastissimo da continuare a esplorare, che mi ha arricchito di nuovi spunti per me stessa ed il mio lavoro.

 by Ivan Angiolini on Astrologia junghiana
Bellissimo e utile

Partecipare a questo seminario mi ha dato il piacere di nuove conoscenze e gli strumenti pratici per metterle in pratica. Inoltre ha aperto nuove strade che ho voglia di approfondire. Bellissimo!

Page 1 of 24:
«
 
 
1
2
3
 
»
 

 

Per sapere cosa ne pensasse Carl Gustav Jung dell’Astrologia t’invito a leggere: l’intervista

Per conoscere il punto di vista di James Hillman puoi approfondire: Astrologia e Carattere oppure leggere gli articoli nella sezione James Hillman

Su questa pagina puoi conoscere il pensiero di M. L. von Franz sulla sincronicità

Per contatti e avere maggiori informazioni su di me visitata la pagina: Chi sono  o compila il form sottostante

    Per poter procedere devi accettare il flag relativo alla privacy.
    I dettagli rispetto al trattamento dei dati sono su "Privacy"